FOTO 3.jpeg

ULTIMA GENERAZIONE

Facciamo azioni di disobbedienza civile nonviolenta per chiedere azioni urgenti e concrete contro il collasso ecoclimatico

 

PERCHÉ LO FACCIAMO

Oggi è il

7/4/2022

L'Italia è distrutta dalla crisi climatica ed ecologica. Siamo tra i Paesi più colpiti in Europa e i prossimi anni saranno sempre peggio. Se non cambiamo rotta subito, presto non ci saranno più né cibo né lavoro, rischieremo di perdere le nostre case e sarà la gente comune a pagarne le conseguenze.

L' organizzazione sociale come la conosciamo ora rischia di essere spazzata via; scuole, ospedali, e tutte le infrastrutture collasseranno se non invertiamo subito la rotta.

blocco-stradale-roma.jpeg
 

Abbiamo deciso di non arrenderci a questo destino e di intraprendere azioni di disobbedienza civile nonviolenta.

Non possiamo più stare ad aspettare, è ora di agire!

Antonio Guterres

Segretario generale ONU

Gli attivisti del clima sono descritti come pericolosi radicali, ma i radicali davvero pericolosi sono quei Paesi che stanno aumentando la produzione di combustibili fossili.

photo_2022-05-25 18.14.39.jpeg

Chi siamo

Siamo semplici cittadine e cittadini, proprio come te, preoccupati per il proprio futuro e per quello di chi verrà dopo di noi. Eh sì, perché le scelte che l'umanità (non) sta prendendo ora delineeranno un futuro dal quale non sarà possibile tornare indietro. Siamo l'Ultima Generazione in grado di fare qualcosa.

photo_2022-05-25 18.14.39.jpeg
FOTO 3 (1)_edited.jpg

Cosa chiediamo

Chiediamo che entro la fine del 2022 il governo italiano:
1) interrompa la riapertura delle centrali a carbone dismesse e cancelli il progetto di nuove trivellazioni di gas naturale;
2) incrementi l'energia da solare ed eolico di almeno 20GW  e crei migliaia di nuovi posti di lavoro nell’energia rinnovabile.

AIUTACI

Per continuare abbiamo bisogno di anche del tuo sostegno!

I modi per contribuire a Ultima Generazione sono tantissimi, a partire da una semplice condivisione dei nostri post per farci conoscere da più persone, al sostegno economico per tutte le spese legali e logistiche delle azioni o, sarebbe fantastico, alla partecipazione attiva.